L’ottavo approfondimento della serie spetta a uno dei protagonisti delle maratone notturne assieme agli altri coach della In The Zone Academy, il nostro fantastico avvocato, musicista, pokerista, coach, twitcher (e chi più ne ha più ne metta): Daniele De Feo.

Sarà lui a commentare la mano giocata da “spera91” al Flight1 del Millionaire Maker da $1.500 di buy-in, dove Simone ha messo a segno un’overbet che gli ha consentito di raddoppiare il suo stack.

Tanto poliedrico quanto meticoloso nelle sue analisi, Daniele ci spiegherà i motivi della linea tenuta in questo spot grazie alla quale Spera è riuscito ad estrarre il massimo valore possibile dalla sua overpair.

Vuoi prenotare una lezione con Daniele De Feo? Clicca QUI

HAND REVIEW

 

Millionaire Maker – Flight 1 – 8-handed – Buy-in $1.500 – GGpoker – Blinds 600/1.200

  • PREFLOP: Tavolo 8-handed, dalla posizione di Cut-Off “spera91” apre x2.2, difende “yossi eluz” da Big Blind (stack effettivo 36x).
  • FLOP: 6♣ 8♥ 4♠ – (pot 6.840) Check per entrambi
  • TURN: Q♥ – (pot 6.840) Check-call di “yossi eluz” su bet close to pot di “spera91”.
  • RIVER: 2♦ – (pot 19.080) Nuovo check-call per “yossi eluz” sull’overshove di “spera91” (170% pot, 34.002 chip effettive) che gira K♥ Q♦ e viene eliminato dal torneo.

L’ANALISI DI DANIELE DE FEO

 

Cominciamo dal flop: il range di Simone contiene una buona parte di combo off-suited (soprattutto mani come K-T/K-J/T-J/Q-J/Q-T…) che non hanno preso valore al flop.

Rimangono quindi tutte le overpair e i set, questi ultimi splittati tra i due range, di conseguenza dopo il check del BB condivido a pieno la scelta di Simone di checkare back.

La sua mano infatti non ha bisogno di protection, discorso diverso con pair comprese tra 9-9/J-J, con cui andremo a bettare più spesso, mentre con Q-Q+, per come sono composti i range possiamo checkare un buon numero di volte, evitando di complicarci la vita a fronte di un check-raise avversario.

Simone porterà nel ramo di check anche qualche broadway (sia off che suited), oltre ad alcuni A-x. Credo betti ad alta frequenza i set e mani come A-8/6-7s/8-7s/3-3/5-5, così come punterà con il bottom del suo range di open, ovvero con una mano come 7-5 suited.

TURN: Su questo turn (5♠) possiamo cominciare a bettare senza troppi problemi e in questo ramo siamo sicuramente polarizzati, vista anche la scelta della size corposa che, sia dal punto di vista GTO che da quello squisitamente pratico, mi piace di più.

Al turn Simone ha ovviamente anche i suoi bluff, come T-Js/o che avrà checkato al flop in frequenza oltre a qualche combo di K-J/K-T, più A-x deboli (A-3/A-5 suited) o altri A-x off, avendo come target i pezzi del board presenti al flop (6x/8-x/4x) o A-x migliori (A-J/A-T/A-9) che BB difende e gioca in doppio check su questa texture.

A queste vanno aggiunte le mani che hanno preso flush-draw su questo run out. Il value range di Oppo comprende anche tutte le pair checkate al flop, i set e mani come K-Q/A-Q che hanno migliorato al turn.

Su questa size BB opta per il call, ma un eventuale 3-bet-call non sarebbe stata affatto sbagliata dal momento che si trova al top delsuo value range con K-Q. Ciò non accade semplicemente perché contro una size polarizzata quando rilanciamo corriamo il rischio di far foldare eventuali bluff e scontrarci soltanto con la parte più forte del range avversario.

RIVER: Il river non sposta gli equilibri e dopo il terzo check di BB, essendoci polarizzati al turn, abbiamo quasi sempre una sola size per massimizzare la nostra giocata: all-in.

Siamo al top del nostro range e sul board ci sono diversi progetti mancati su cui BB potrebbe decidere di bluff-cathcare con una frequenza più elevata rispetto a quella ottimale.

Anche il nostro Oppo si trova al top del suo range e credo sia praticamente impossibile passare al river con quella mano. Simone può gestire in overshove gran parte del range di bluff individuato al turn, giveuppando qualche flush draw (come K-x/A-x suited in quanto hanno anche valore di showdown e costituirebbero i bluff peggiori).

In questo spot il range di BB è anelastico, ossia chiama/folda su qualsiasi size: ad esempio, se avesse flush draw a Cuori folderebbe sia con 1BB che contro 100BB, mentre con buona parte dei Q-x sarebbe disposto a callare anche all-in.

Per approfondire le dinamiche preflop e postflop con assieme a me e agli altri coach di In The Zone Academy ti invito a dare uno sguardo alla sezione lezioni private a questo link.

Inoltre è già disponibile la Masterclass MTT livello BASIC (clicca QUI per scoprire tutti i corsi disponibili) mentre il corso ADVANCED sarà online nelle prossime settimane!

Non sei ancora abbonato al nostro canale Twitch?

 

Clicca qui per registrarti e accedere all’archivio delle trasmissioni passate e ricordati di mettere il follow per ricevere le notifiche ogni volta che saremo online!